La mia parola dell'anno 2016 // My word of the year 2016


E' con grande soddisfazione che vi presento la mia parola dell'anno 2016.. Non sapete di cosa si tratta? male! Leggete il post di Gioia Gottini, Come usare la tua parola dell'anno e Tanti nuovi inizi.
Non c'è voluto molto per trovarla, era li, nei miei pensieri, nascosta. Non ho dovuto neanche fare gli esercizi per capire qual'era. Da inizio anno leggevo della Word of the year, e il mio cervellino ha iniziato la sua ricerca senza che io me ne rendessi conto. Poi, leggendo il post di Gioia, Come usare la tua parola dell'anno è venuta fuori.

Fearless.
Senza paura.

Chiediti cosa significa per te: Questo anno voglio che non sia dominato dalla mia paura di non farcela. Senza paura per me significa portare avanti il mio obbiettivo senza farmi bloccare dal timore di fallire, di fare brutte figure, che qualcuno mi prenda in giro. Per questo anno ho deciso che non voglio avere paura.

Applicala a tutti i settori della tua vita: la timidezza è il mio più grande difetto, spesso mi blocca perché nello stomaco arriva quella paura del giudizio degli altri, quella paura sottile che non mi fa andare avanti e che giustifico con mille scuse. E questo succede in tutti gli aspetti della mia vita, ci combatto da quando ero piccola, ora è arrivato il momento di sbarazzarmene.

Circondatene: come suggerisce Gioia, che se non si è capito io l'adoro e se non la conoscete, fatelo, ho creato lo sfondo desktop del portatile con la mia parola dell'anno. Ho usato dei colori che mi rilassano, che mi mettono di buon umore e voglio metterlo anche come sfondo del telefono.
Avere la mia parola dell'anno costantemente sott'occhio mi aiuterà a non dimenticare tutti i propositi che le ho legato intorno.


Usala per fare scelte coerenti: la teoria va bene, ma poi viene la pratica. A pensarci bene, già pubblicare questo post per me è un passo avanti, un'azione senza paura, anche se un po' ne rimane sempre in fondo allo stomaco. Perché ammettere le proprie paure non è così semplice, o almeno non lo è per me.

Lascia che ti porti in giro: sono proprio curiosa di sapere dove mi porterà, e spero tra un anno, quando troverò una nuova parola, di aver fatto un bel viaggio.


Per oggi è tutto. Vi lascio il link alla W.O.T.Y. (word of the year) POUC, un'idea di Pretty in Mad davvero geniale. Allora che aspettate, scoprite la vostra parola dell'anno.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per avermi dedicato un pò del tuo tempo, considero i commenti molto importanti e preziosi e li leggo sempre con grande emozione.
A presto ;)












INSTAGRAM FEED

@misswonderrain