Chi sono? Cosa faccio? Perchè lo faccio?


Dopo quasi 9 mesi di blog, ho finalmente capito come voglio usare questo spazio e ho deciso di scrivere questo post per conoscerci meglio.

Avevo dimenticato quale fosse la mia vera passione, colpa della mancanza di tempo, dei ritmi sempre frenetici e un po' anche mia. Sono cresciuta con una mamma che passava il tempo libero a cucirsi gli abiti, anche se il suo lavoro era un'altro. Da bambina, quando mi chiedevano che lavoro volessi fare da grande, rispondevo sempre la sarta.
Con gli anni ho imparato a tagliare, cucire, usare la macchina da cucire, usare i carta modelli dei giornali, e ad adattarli alle mie esigenze. Da sola sono riuscita a realizzare pantaloni, gonne, un giubbetto e svariate borse. Ho sempre avuto il pallino del cucito, ho provato a fare la maglia, l'uncinetto, il macramè, ma niente mi piaceva quanto infilare l'ago e cucire.

L'amore per l'HTML e la grafica è nato quando ho deciso di aprire un sito su Buffy the Vampire Slayer, una serie TV che mi piaceva da impazzire. Ho imparato tutto cercando on line, chiedendo ad altre ragazze che avevano siti simili e facendo un sacco di errori. Passavo ore a fare prove con i codici, a buttare giù grafiche che poi non utilizzavo, ma il tempo speso davanti al PC mi ha dato la possibilità oggi di capirci qualcosa. Anche se non sembra, sono capace di creare siti web (guarda qui), niente di che, giusto qualche pagina e una valanga di errori ora che lo riguardo, ma so dove mettere la mani.

Poi ho accettato un lavoro sicuro, con contratto a tempo indeterminato che mi ha dato la possibilità di essere indipendente, ma mi ha tolto tutto il resto.
Avere un appartamento mio, entrare e uscire di casa senza dover rendere conto a nessuno è stata una delle più grandi soddisfazioni, e ogni volta che mi dispiacevo perché non avevo tempo per altro, mi ripetevo che era il prezzo per l'indipendenza.
Se da un lato questo lavoro mi dava uno stipendio sicuro e mi garantiva un tetto, dall'altro mi ha alienata da tutto il resto. Non c'era più tempo per il cucito, per il computer e quello con gli amici o i familiari è drasticamente calato.
In qualche modo, dopo anni mi ero adattata alla situazione, perché di meglio non c'è, perché così vanno le cose ecc.. finché non ho avuto problemi di salute seri, e ho iniziato a capire. Piuttosto che continuare con la certezza dello stipendio ma senza una vita ho preferito rischiare.

Ora la paura di non farcela è forte, ma non perdo le speranze e posso dire che sto facendo qualcosa per il mio futuro. Magari non avro' il lavoro che tanto desidero, ma posso provarci, posso provare a realizzare cio' che voglio, ripartendo dalle mie passioni e ritrovando una me stessa che si era persa.
Ho ripreso a cucire, a breve iniziero' a mostrarvi le mie creazioni, a studiare l'inglese, ad uscire con gli amici e dedico più tempo alla famiglia. Ho ancora problemi che mi porto dietro dal vecchio lavoro, ma vado avanti per me stessa.
Riesco anche a leggere qualche libro, di solito per pigrizia li lascio tutti a metà, ma grazie all'emulatore KINDLE di Amazon ho scoperto che leggere manuali mi piace, ma di questo vi parlo meglio la prossima volta.

Ciao, io sono Nicoletta e spero che con questo post ci siamo conosciuti un pò meglio :)

Alla prossima.

6 commenti:

  1. sei decisamente sulla strada giusta, perche cio che sogni puoi prendere...
    Valentina

    RispondiElimina
  2. Sono nella tua stessa "fase di vita" per cui ti capisco benissimo....un grossissimo in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale!
      E' tosta questa "fase di vita", ma restiamo positive e avanti tutta!!
      A presto.

      Elimina

Grazie per avermi dedicato un pò del tuo tempo, considero i commenti molto importanti e preziosi e li leggo sempre con grande emozione.
A presto ;)












INSTAGRAM FEED

@misswonderrain