Ciao! Mi chiamo Nicoletta
MISS WONDER RAIN
è il mio piccolo BRAND di cucito indipendente.

Amo il colore nero, le borchie, i teschi e l'ecopelle per illuminare quel lato oscuro che ci rende diversi e orgogliosi di esserlo.

Essere se stessi non è mai stato più alternativo.

newsletter

domenica 4 febbraio 2018

CircleVibes, le tovagliette magiche con i pom pon

CircleVibes, le tovagliette magiche con i pom pon

domenica 4 febbraio 2018

Voglio raccontarti la storia di come sono nate le CircleVibes, le tovagliette tonde con i pom pon, perché credo che il bello del fatto a mano e dei piccoli business, sta anche nel conoscere come accadono le cose dietro un nome.

E' iniziato tutto con il regalo di una cara amica, un tavolo tondo, basso, grezzo che avrei riverniciato e usato per la sala, da mettere davanti al divano.
Sono passati mesi, e quel tavolo è rimasto in disparte a prendere polvere perché non avevo tempo di occuparmene, finché non ho comprato della vernice nera per altre cose, e visto che mi era avanzata, mi sono decisa a mettere mano al tavolino rotondo.

Ho passato un pomeriggio d'estate in terrazza con Buffy a pulire e verniciare il tavolino tondo. Dopo tutto non ci voleva così tanto tempo a sistemarlo.


Il risultato è stato così bello, che non l'ho' usato per la sala, ma l'ho' voluto nel mio studio, esattamente nel momento i cui mi sono avvicinata ai Tarocchi e alle carte ispirazione.

Niente succede per caso.

Era tutto perfetto, tranne che il tavolo aveva qualche buco e non era comodo appoggiare cose che cadevano sotto. E' stato in quel momento che ho pensato a vestire il tavolo con qualcosa, qualcosa di magico, di speciale che fosse in tema con le carte, la magia, l'intuito.

Ho cucito un pezzo di stoffa tondo, ma mancava qualcosa.
Visto che non butto via mai nulla, avevo degli avanzi di pom pon di una borsa, e quando li ho messi intorno per vedere l'effetto, ho capito subito che era quello che mancava.
Il nome invece, l'ho' trovato grazie a due fantastiche donne su Instagram, miscelando i loro suggerimenti.

Sono nate così le CircleVibes.
 Ti è piaciuta questa storia?

A presto,
Nicoletta
Continua a leggere...»
Perchè uso un'agenda da €1 e non la Dailygreatness Business Planner

Perchè uso un'agenda da €1 e non la Dailygreatness Business Planner

Ai tempi della scuola usavo il diario non solo per i compiti, mi piaceva riempirlo con frasi, citazioni, disegni, canzoni e ritagli di giornali.
Crescendo, mi è rimasta questa abitudine e ho iniziato ad usare le agende, all'inizio più come diario, poi, per essere più organizzata e ricordarmi le cose.

Ne ho usate tantissime, alcune ancora le conservo. Da agende piccole a grandi, da quelle vuote a quelle già stampate, finché non ho scoperto le Filofax.
Un'agenda con anelli che puoi settare come preferisci. Aggiungere e togliere le pagine, cambiare ogni anno i fogli usando sempre la stessa agenda. L'ho' usata per anni, cambiando vari formati, finché non ho deciso di cambiare ancora.

La FiloFax è meravigliosa, ma era un po' pesante e ingombrante in borsa, ecco perché ho voluto per questo anno un'agenda piccola e leggera da tenere in borsa per portarmela sempre dietro.
Ho trovato questa agenda carinissima che costava veramente poco e l'ho' comprata d'istinto. Mi faccio sempre abbindolare dal mondo Giapponese.


La Dailygreatness Business Planner invece, l'ho' scoperta da Francesca Baldassarri.
Non rientrava affatto nell caratteristiche di piccola e leggera, ma ho pensato che potesse essermi di aiuto nel mio Business.

Quando è arrivata, ho subito sentito il suo peso reale, che mi ha scoraggiata all'idea di portarla in borsa, ma non solo. Sfogliandola, ho sentito anche il panico a vedere quelle pagine da riempire e le domande a cui rispondere.
L'ho' sfogliata per giorni, ho letto le istruzioni,e tutto quello che c'era dentro, anche se in inglese si capisce facile anche con l'aiuto di Google. Mi ero quasi decisa ad usarla, finché non ho acquistato il corso di Giada Carta, SoulfulBusiness.

Le premesse del corso di Giada erano chiare, tanto materiale da studiare, tanto lavoro pratico e rispettare le scadenze per la call. Sfogliandola ancora, la Dailygreatness richiede tempo per capire come si usa, tempo per compilare la settimana, tempo per rispondere alle domande per il check ogni tre mesi e tanto altro.

Visto che il tempo è sempre poco, ho preferito lasciare indietro l'agenda, che non è segnata e posso usare anche il prossimo anno e dedicarmi al corso SoulfulBusiness.

Vediamo cosa succede l'anno prossimo.
Nicoletta
Continua a leggere...»

sabato 13 gennaio 2018

Magic Challenge

Magic Challenge

sabato 13 gennaio 2018

Il mese di Dicembre é quello in cui mi sono iscritta e ho seguito tutti i Calendari dell'avvento che ho trovato, c'è stata un'invasione di challenge e mi è piaciuto questo stare insieme virtuale. Tanto che ho pensato di fare qualcosa anche per il mese di Gennaio, così, per non perdere l'abitudine.

Ho pensato ad un Challenge magico, ma non con le carte, anche se per questo anno vorrei che fossero più presenti per darmi ispirazione e motivarmi nei giorni no.
A Gennaio finiscono le feste e riprende la routine di tutti i giorni, andiamo di corsa per fare tutto, per fare sempre di più e spesso non ci accorgiamo di quello che abbiamo intorno.

Ecco il focus di questo Challenge, riscoprire le piccole cose intorno a noi che diamo per scontate, che tralasciamo perché sono sempre le stesse e non ci rendiamo conto di quanto siano magiche.

Riscopriamo insieme lo spettacolo che ci circonda. Il sole spunta ogni mattina, ma non è mai lo stesso. Eppure mi accorgo di non farci caso, e quando mi metto alla finestra ad osservarlo, mi sorprendo a meravigliarmi dei suoi colori.
Anche la natura sa essere magica, tutto quello che abbiamo intorno lo è, dobbiamo solo fermarci un attimo e  goderci lo spettacolo.
Cosa fare per partecipare:
+ Iscriviti qui, così ogni mattina per una settimana, riceverai una mail con il buon giorno, il tema della foto e qualche consiglio.
+ Scatta la foto e usa l' hashtag #magichallenge2018 e #magichallenge2018giorno1 e se vuoi taggami @misswonderrain così non mi perdo nulla.
+ Usa gli hashtag per scoprire le altre foto e conoscere nuovi profili e nuove magie.
+ Io riposterò le foto nelle mie Stories tutti i giorni, e alla fine del Challenge, ci sarà un regalo per chi avrà saputo cogliere il vero focus di questo gioco.

Perché alla fine di un gioco si tratta, e la cosa più importante é divertirci insieme.
Il 22 Gennaio si comincia, ma riceverai una mail promemoria domenica 21 con il regolamento.
Ci leggiamo presto nella tua mail.
Nicoletta
Continua a leggere...»

sabato 30 dicembre 2017

WOTY la parola dell'anno per il mio 2018

WOTY la parola dell'anno per il mio 2018

sabato 30 dicembre 2017

 
Trovare la parola dell'anno, è ormai un rituale che vedo coinvolgere sempre più persone, alcune mie colleghe, creano degli astucci con la parola dell'anno personalizzata, Erika di Pretty in mad, e Marianna di I sew so I don't kill people

E' un piccolo rituale, Ilaria Ruggeri ha studiato anche un corso, Incanto per trovare la tua parola dell'anno, ma non c'è nulla di mistico, la parola dell'anno è qualcosa che è dentro di te, devi solo riuscire a sentirla. 

In questi ultimi giorni la stavo cercando, ma sembrava non arrivare mai, finchè ho trovato la NewsLetter di Gioia Gottini, oltre ad essere interessante e piena di spunti, Gioia aveva creato una NewsLetter con 6 differenti foto, che sarebbero capitate a caso. Nella mia mail, c'era la foto che vedi sopra, e come l'ho' letta, la mia parola è subito uscita.

Non ci sono stati dubbi, era lei. Adatta più che mai a questo nuovo anno, in vista di nuovi progetti, del corso Soulful Business con Giada Carta e l'idea di aprire partita iva. 

PREPARAZIONE

Chi meglio di questa parola poteva accompagnarmi per tutte le future decisioni?
Non solo lavorative, ma anche personali in vista di un trasloco.

Nella vita non si smette mai di imparare, è un continuo studiare, crescere e prepararsi per il futuro. Le cose accadono anche senza la parola dell'anno, ma con un guida di riferimento, magari il percorso è meno confuso.

In questo post, Gioia spiega benissimo come usare la parola dell'anno, mentre in questo, ti racconto la mia parola dell'anno 2016.

Auguri, Nicoletta
Continua a leggere...»

mercoledì 16 novembre 2016

Da blog a sitoweb, la mutazione di MissWonderRain

Da blog a sitoweb, la mutazione di MissWonderRain

mercoledì 16 novembre 2016

Era da tempo che non aggiornavo il blog, e a dire la verità, avevo proprio perso l'interesse nel blog stesso. Fatico molto a raccontarmi sui social, figuriamoci su un blog. All'inizio ero molto entusiasta, ho creato delle rubriche, il calendario del blog ecc.., poi però mi sembrava tutto tempo sprecato, perché quello che volevo fare veramente era cucire.
Ecco perché ho smesso di aggiornare il blog e mi sono dedicata al cucito. Questa versione di sito/blog è provvisoria, ma per il momento mi sta bene. Ha una pagina iniziale che permette di capire subito dove sei e con il menù in alto puoi facilmente navigare per scoprire chi sono e cosa faccio.
Ho rivisto e corretto tutte le pagine, nei mesi passati, ma ancora oggi, perché non si smette mai di studiare, ho imparato cose nuove, e rileggendo le mie pagine le ho corrette.


Come avrete notato, ho cambiato intestazione svariate volte, nessuna mi stava bene. Troppo colorata, troppo smorta, troppo infantile, poco rappresentativa... Poi mi sono rivolta a ViolinViola le ho mandato un mio disegno e lei me lo ha realizzato. Anche in quel caso, dopo l'euforia dei primi giorni, non mi stava più bene. Solo una cosa mi piaceva, la scritta. Perché è la mia calligrafia.
C'è voluto un po' per mettere tutto insieme e capire che in fondo, anche se i colori mi piacciono, il nero resta sempre il mio preferito, ed ecco qui la nuova intestazione.
Continua a leggere...»

lunedì 12 settembre 2016

Dopo tante Wonder Bags, ecco le prime Wonder Skirt

Dopo tante Wonder Bags, ecco le prime Wonder Skirt

lunedì 12 settembre 2016


Poi così, dopo tante borse, mi è presa la voglia delle gonne. Strano, perché nel mio armadio di gonne e vestiti se ne contano solo su una mano, e invece quest'anno, invece di comprarne, ne ho cucite. Queste tre sono state le prime, erano dei vestiti che mettevo in rare occasioni, quando il caldo era veramente insopportabile e i jeans faticavano a entrarmi. 
La prima, quella a fiori rosa e blu, aveva il pezzo sopra parecchio largo che dovevo metterci sempre altro sotto, e l'elastico era cucito male e dava prurito.
Quella in mezzo, aveva un top tutto elasticizzato come pezzo sopra che non mi ha mai fatto impazzire e lo mettevo sempre con il gilet di jeans sopra.
L'ultima, grigia, bianca e rosa, era un vestito un po' troppo corto, sopra ho dovuto stringerlo perché troppo largo e lo usavo per stare in casa.
Dopo averci dato un taglio, ho trasformato i vestiti in gonne, ed è stata la scelta giusta, perché in questo modo le ho messe per tutta l'estate. E senza spendere soldi, senza buttare cose che non mettevo, ho avuto dei nuovi vestiti. Anche questo è riciclo, e direi ben riuscito.

Poi c' ho' preso gusto, ho trovato queste fantasie meravigliose per delle gonne perfette per settembre, perché sono felpate. Comodissime, morbide, per la sera che adesso inizia a rinfrescare sono adattissime. E non contenta, ho cucito anche una maglia con un colletto di borchie.
Il risultato è che ne sono rimasta cosi soddisfatta che ora non mi fermo più. 
Poco tempo per il blog, tante gonne cucite.
A presto.
Continua a leggere...»

giovedì 21 luglio 2016

Le shopper a modo mio finalmente su Etsy

Le shopper a modo mio finalmente su Etsy

giovedì 21 luglio 2016


C'è voluto parecchio tempo prima che decidessi di inserire queste WonderShopper su Etsy, e non perchè ci ho messo molto a cucirle, ma perchè ho attaccato di persona tutte le mini borchiette sul davanti e poi mi sono dovuta assicurare che non si staccassero alle prime uscite.
Ho voluto testarle per bene, uscendo ogni sera con una WonderShopper diversa, portandola ai concerti, ai festival di birra, a lavoro o a paseggio. Le borchiette hanno tenuto. Non immaginate che soddisfazione, rischiavo di dover buttare tre borse e ore di lavoro, perchè i buchini per le borchiette, se non avessero tenuto, non avrei saputo come aggiustarli, camuffarli.
Le ho chiamate WonderShopper a modo mio, perchè le shopper io le ho sempre comprate, ma non ci sono mai andata daccordo. Troppo mosce, senza tasca interna e senza chiusura non le ho mai trovate comode, ma non ci volevo rinunciare, perchè l'aspetto che mi piaceva di più era la leggerezza.
Io sono una di quelle che la borsa la riempie tutta con tutto, e alla lunga il peso diventa un problema, così ho pensato a una Shopper, una WonderShopper, più grande, meno moscia, con tasca interna,  chiusura e borchietta per renderla speciale, unica, ma sempre leggera.
Questo modello mi è subito piaciuto, e ho cucito queste tre WonderShopper con l'aggiunta di borchiette, se mi seguite su instagram ho anche postato il video di come ho attaccato le borchiette, ma non vedo l'ora di cucirne altre, tutte diverse, perchè non amo ripetere le stesse cose.
Su Etsy trovate tutte le caratteristiche che rendonon queste WonderShopper le mie, e credo anche le vostre, preferite.

PS: visto che ne sono rimasta così soddisfatta, per festeggiare ho pensato a un codice sconto, valido fino a domenica 24 inserendo WONDERSHOPPER prima dell'acquisto, saranno tolte le spese di spedizione.

A presto.

Continua a leggere...»

lunedì 18 luglio 2016

Tracolla e zaino tutto in uno

Tracolla e zaino tutto in uno

lunedì 18 luglio 2016



La tracolla che diventa zaino è sempre stato il mio pallino. Amo le tracolle per avere le mani libere, ma spesso la riempo troppo e la borsa pesa su una spalla sola. Lo zaino non mi è mai stato comodissimo, ma la combinazione in un'unica borsa l'ho sempre vista come ideale per le mie esigenze. 
Questo è il primo modello cucito ieri, è ancora da mettere a puntino, ma la base c'è. Su pinterest ne avevo visti vari modelli, ma non avevo mai provato a realizzarne uno, ma in testa l'idea mi frullava spesso, finché domenica mattina mi sono svegliata con la voglia di provarci.
Ho scelto una stoffa tra le ultime arrivate che mi piaceva tantissimo, questa fantasia di rose e teschi sarebbe stata perfetta per la borsa definitiva. Ho preso le misure a occhio, mi sono fidata dell'istinto e alla fine è uscita lei. Ora sto valutando come meglio sistemare i ganci per la tracolla, se mettere gli occhielli, se fare la tracolla regolabile, se aggiungere una tasca laterale ecc.. Suggerimenti??
Continua a leggere...»

mercoledì 6 luglio 2016

Buon compleanno Frida

Buon compleanno Frida

mercoledì 6 luglio 2016


Non aggiorno il blog da mesi, ma se non sia ha nulla da dire, meglio stare zitti.
Invece sono molto presente su Instagram e sulla pagina FB, e sto pensando di rendere il blog un sito con delle pagine informative. Tenere il blog mi impegna molto e preferisco usare quel tempo per cucire. Quindi, tenete d'occhio i canali social.

Intanto vi parlo dell'ultima borsa nata, la Frida Bag. La sto adorando, è una misura media, ci entra tutto quello che mi serve, il portafogli, la poschette, l'agenda, le chiavi e il cellulare.
Sentivo il bisogno di una borsa così, posso portarla a spalla o a mano, perchè non è troppo lunga da strisciare per terra. Questa stoffa poi, è adorabile, fresca ed estiva, il cotone nero le da più risalto e poi si sa, io amo i colori, ma il nero di più.

Prima di chiudere questo post, e chissà quando aggiornerò non lo so, vi invito a leggere, o rileggere le mie pagine chi, come, cosa. Sono state aggiornate visto che sto seguendo il corso di Francesca Baldassarri. Racconta il tuo brand Handmade.
Non sono brava a raccontarmi, lo so, però studio, mi impegno, ci provo e lo faccio. Per ora tenete d'occhio lo shop su Etsy, li trovate tutte le novità, mentre su ALM trovate i vecchi prodotti in promozione, sono freeshipping. Buono shopping.



Continua a leggere...»
vai al blog
Copyright © Miss Wonder Rain
Blog Design by La Creative Room.